Skip to content Skip to footer

I volti di Dante e nuove experience culturali

Il settore degli eventi nell’ultimo anno e mezzo è stato sicuramente uno dei più colpiti dalla pandemia a livello mondiale e ci sarebbe molto da raccontare a tal proposito. Si tratta di un comparto che per diversi mesi è stato completamente bloccato e che ha dovuto poi adeguarsi a nuove modalità e nuove regole, ancora oggi in continua evoluzione.

 

Per Different e per tanti nostri clienti si tratta di un’area strategica importante, un touchpoint fondamentale nella relazione con il pubblico, basti pensare alle numerose attivazioni sul punto vendita tipiche del settore Retail e di quello Mall&Outlet.


Su questi argomenti siamo sempre stati molto sensibili, in parte ne avevamo già parlato nel primo numero del Magazine, andando a toccare soprattutto l’ambito dei live musicali. In questi ultimi mesi di “ripartenza”, non appena si è presentata l’occasione, abbiamo voluto stare accanto a diversi nostri clienti, con campagne dai messaggi forti e incoraggianti.

Ne sono un esempio le campagne per i centri commerciali gestiti da Savills e per deSidera Teatro Oscar, oltre #Italialive, dove la creatività porta la nostra firma, con una pianificazione on air proprio in questi giorni su radio, stampa e social a livello nazionale. Quest’ultima è un’iniziativa firmata dalla Associazioni che rappresentano le imprese e i professionisti del settore dei congressi, dei convegni, degli eventi aziendali e privati, un invito forte nel tornare a investire sulla live communication perché, come recita il claim di apertura, “I numeri contano. Soprattutto quando non ci sono più”.

Nel frattempo nell’ultimo anno anche noi ci siamo messi in discussione e abbiamo imparato molto, lanciandoci da una parte sulla digitalizzazione completa di certe dinamiche e successivamente sulla possibilità di integrare gli ambiti online e offline. Di certo avere numerosi servizi “in house” ed essere una communication company estremamente integrata ha avuto i suoi vantaggi, ma c’era bisogno di guidare molti clienti, tutti diversi tra di loro, verso nuove forme di esperienzialità, sia verso il proprio target di mercato che verso i propri dipendenti.

Siamo riusciti a reinventarci: un tempo si progettava un team building proponendo di impastare il pane o avventurandosi con il rafting. Oggi invece si fanno i quiz ed escape room online. Chi era abituato a montare a progettare una scenografia, una mostra o a montare uno stand, oggi diventa un esperto di tool di programmazione e di dirette streaming.

Per raccontare ancora meglio la grande rivoluzione nel settore di questo ultimo anno, prendo un paio di esempi che mi stanno particolarmente a cuore. Nel febbraio 2020 ci stavamo godendo lo spettacolo “La Danza delle Maschere”, in una location davvero speciale come T Fondaco dei Tedeschi a Venezia, proprio nei giorni del Carnevale.

Erano giorni in cui l’allarme Covid si faceva sempre più insistente, anche se non riuscivamo ad immaginarci quello che sarebbe accaduto nei mesi successivi.

Prima di Natale dello stesso anno invece, con un mondo completamente cambiato, ecco Homemediolanum Together, l’evento natalizio di Banca Mediolanum, dedicato a 2.500 suoi dipendenti che hanno potuto assaporare la Christmas Dinner insieme a tutti vertici aziendali ed essere inoltre intrattenuti da una serie di proposte musicali.

Terminato questo excursus di campagne e attività che abbiamo vissuto negli ultimi mesi, abbiamo il piacere di presentarvi ora un altro evento che abbiamo recentemente ideato e a cui teniamo molto, visto che va a toccare l’ambito artistico e culturale, con la possibilità di inserirlo anche in contesti apparentemente desueti come i centri commerciali. Un esempio lo abbiamo già avuto nei mesi scorsi con Handimals, quando abbiamo portato le opere dell’artista Guido Daniele all’interno del Centro Commerciale Le Brentelle a Padova.

Ora arriviamo finalmente al “core” del nostro articolo, anche se il protagonista lo si poteva già evincere a partire dal titolo, visto anche che il 2021 è stato e continua ad essere l’anno di Dante.

L’opera del Sommo Poeta resiste allo spazio ed al tempo, vivendo tuttora nel nostro presente. La Divina Commedia rappresenta un’opera eccezionale che riesce ancora oggi ad accomunarci, parlandoci delle nostre paure, dei nostri sentimenti e delle nostre imperfezioni, un’opera universale ed universalmente riconosciuta.

Per celebrare Dante, nei 700 anni dalla sua morte, abbiamo elaborato il concept di una mostra di grande impatto cromatico ed emotivo, dal titolo “I Volti di Dante”.

L’exhibit in questione nasce dalla collaborazione fra Different e Dante Plus, progetto ideato nel 2016 da Marco Miccoli di Bonobolabo, con l’obiettivo di celebrare proprio la figura di Dante.

La mostra intende presentare vere e proprie opere d’arte, realizzate da un gruppo di artisti, diversissimi gli uni dagli altri che, dall’illustrazione al fumetto e alla street art, cercheranno di dar vita ad una nuova identità del poeta.

Dante Plus è stato già scelto dagli Istituti Italiani di Cultura nel mondo.
A partire dal Dantedì (25 marzo 2021), una selezione di opere delle pregresse edizioni della mostra ravennate sono state esposte all’esterno del Museo delle Carrozze di Lisbona, in collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura di Lisbona e all’esterno del palazzo dell’Ambasciata d’Italia di Sofia, in collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura di Sofia.

Sempre a partire dal 25 marzo è disponibile online, sul sito dell’Istituto Italiano di Cultura di Los Angeles, il tour virtuale della mostra “Drawing Dante”.

Programmate invece per ottobre 2021, in onore della Settimana della lingua italiana nel mondo, quest’anno dedicata alla figura di Dante Alighieri, le attività di promozione del progetto Dante Plus da parte degli Istituti Italiani di Cultura di Tokyo, New York, Los Angeles, San Francisco, Chicago e Washington. Grazie alla collaborazione con il COMICON, il progetto Dante Plus sarà esposto anche presso gli l’Istituto Italiano di Cultura di Parigi, Strasburgo, Marsiglia, Amburgo. È inoltre in fase di definizione l’esposizione della mostra dedicata a Dante negli Istituti Italiani di Cultura di Tokyo, Beirut e Dakar.

I ‘volti contemporanei’ di Dante da esporre saranno 30 in tutto, selezionati da Marco Miccoli fra quelli realizzati nei 4 precedenti anni della mostra; frutto del lavoro di illustratori, street artist, grafici, autori di fumetti e graphic novel, molto diversi fra loro nello stile e nell’approccio alla rivisitazione dell’iconografia dantesca, ma tutti di sicuro impatto.

Nelle quattro edizioni precedenti, si è registrata la presenza di artisti del calibro di Milo Manara, ma anche giovani e giovanissimi rappresentanti della street artist come: Camilla Falsini, Andrea Ravo Mattoni e Blub.

Il messaggio sotteso a questo lavoro è un incitamento alla conoscenza, alla cultura e all’arte.

Lo stesso allestimento ripercorrerà ed esalterà creatività e sfaccettature dei differenti volti artistici di Dante. L’esposizione sarà inoltre arricchita dall’utilizzo di nuove tecnologie, come la realtà aumentata, che consentirà attraverso l’applicazione per cellulare (gratuita) ARIA The AR Platform di animare alcuni volti del Sommo Poeta. 

Poco altro da aggiungere, se non la speranza di poter tornare presto a condividere gli spazi e le emozioni in presenza come una volta!

INFORMATIVA BREVE

La informiamo che, per migliorare la sua esperienza di navigazione su questo sito web, Different Srl utilizza diversi tipi di cookie, tra cui:

cookie di tipo funzionale alla navigazione (functionality cookie);cookie di tipo pubblicitario (advertising cookie);cookie di tipo statistico (performance cookie).

che consentono di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Nella pagina della Informativa Estesa che può consultare all'indirizzo https://ftag.differentglobal.com/privacy-policy/ sono presenti le istruzioni per negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. Cliccando su "ACCETTA" o continuando la navigazione, saranno attivati tutti i cookie specificati nell'Informativa Estesa ai sensi degli artt. 13 e 14 Reg.to UE 2016/679.

View more
ACCETTA