Skip to content Skip to footer

Take a walk on the D-side: Paolo Laurito

Paolo Laurito, classe 1989, New Business Manager in Different. Primo protagonista di questa nuova rubrica di FTAG The Mag, dedicata alle persone della nostra company, per conoscere le complessità, le sfide ma anche le soddisfazioni del nostro lavoro quotidiano. Una maniera in più per scoprire il D-side, il nostro essere Different.

 

Ciao Paolo, in primis raccontaci del tuo ruolo in Different e di cosa ti occupi giornalmente?

Come responsabile New Business gestisco le richieste dei prospect, dai progetti alle gare. Mi occupo della parte di start iniziale, analizzando le esigenze dei clienti e aiutandoli a farle scaricare a terra. Mi occupo della creazione del team di lavoro in collaborazione con il team Operations e del coordinamento di tutta la parte di verticalità con i Director con cui mi confronto per elaborare gli output finali.

Quando avviene la presentazione del progetto al prospect e la conferma del lavoro, passo la palla al team Account. Nelle gare più impegnative, la presenza degli Account al mio fianco si concretizza sin dalle prime battute.

Credo molto nelle relazioni umane e professionali e nella fiducia che ogni azienda ripone in primis a Different ma anche a me stesso. A volte le fasi di presale sono lunghe, viene così a crearsi un forte legame con il cliente, che viene mantenuto anche successivamente aggiungendo valore alla relazione con il cliente, pur non seguendo più il day by day delle attività. 

 

Facciamo un passo indietro: quando sei entrato nella company? Qual è stato il percorso professionale che hai compiuto?

Sono arrivato in Acqua Group più di 5 anni fa, all’inizio mi sono occupato di eventi ed in particolare di attivazioni di sponsorizzazioni sportive. Lo sport è una mia passione e faceva già parte del mio background accademico avendo frequentato la prima edizione del Master in Sport Marketing alla Scuola dello Sport del CONI e avendo lavorato in un’agenzia di consulenza di sport marketing.

In Acqua Group ho lavorato con società di calcio, basket e volley, oltre ad una importante presenza nel mondo del Golf, che per noi ancora oggi rappresenta un importante strumento di networking e business, tanto più che a settembre si svolgerà l’ennesima edizione della nostra Golf Cup, la prima targata Different.

Per diversi anni sono stato il riferimento aziendale per le attività con Vodafone che hanno visto la sponsorizzazione di diverse realtà sportive e non, tra le quali, Cagliari Calcio, Venezia Calcio e Petrarca Padova Rugby.

Veri e propri progetti di comunicazione integrata, che comprendevano eventi, campagne di comunicazione, attivazioni concorsuali, progetti social e digital con coinvolgimento di calciatori e sportivi in qualità di ambassador e testimonial.

Il concetto di “integrazione” ce lo portiamo dietro da tempo e l’acquisizione di Young Digitals da parte di Acqua Group e la nascita di Different poi con la fusione in cui è entrata anche True Company non ha fatto altro che enfatizzare ancora di più questi aspetti.

Proprio in coincidenza con l’arrivo di Young Digitals è iniziata a cambiare la mia figura all’interno dell’azienda. Si era iniziata a sentire l’esigenza di creare un team che si occupasse della supervisione di progetti di comunicazione integrata, dove le “anime” erano tante, i team molto nutriti e diversificati per competenza, con la conseguente esigenza di un’importante attività di coordinamento.

Con quell’esperienza ci stavamo preparando a Different, dove l’integrazione è diventata ancora più ampia a livello trasversale, dovendo poi (felicemente) gestire in casa ulteriori competenze.

Da parte mia ho iniziato ad occuparmi della supervisione degli output strategici e creativi per poi andare al confronto sulle singole attivazioni con i vari Director a seconda della complessità dei vari progetti, fino alla definizione dei budget e la gestione dei progetti.

Qual è lo stato dell’arte del mercato odierno? Chi viene a “bussare” alla nostra porta?

Ogni giorno arrivano tante opportunità, sia organiche che dal network direzionale.

Da quando siamo presenti sul mercato come Different, c’è sempre stato grande interesse, con un importante aumento organico delle richieste, decisamente trasversali, per riprendere un termine utilizzato prima, sia per quanto riguarda i settori merceologici che per le aree di intervento richieste.

Di sicuro rispetto al recente passato possiamo notare un forte aumento delle richieste legate all’ambito social e digital. Cerchiamo però di portare sempre il cliente o il prospect verso l’integrazione dei progetti, mettendo a disposizione le nostre expertise in maniera funzionale al raggiungimento dei suoi obiettivi. Spesso da questa attività di analisi congiunta nascono progetti ed opportunità che fino a poco tempo prima non sembravano realizzabili, soprattutto agli occhi dei nostri interlocutori.

Con l’avvento sul mercato della nostra communication company, ora possiamo anche contare sulle attività PR, asset strategico importantissimo, grazie all’expertise maturata da Chili PR all’interno di True Company, servizio ora perfettamente integrati (altra parola magica) nella nostra offerta. Sono molte le richieste che ci arrivano su questo versante e ci fa piacere essere identificati come un’azienda specializzata in maniera verticale anche su quest’area specifica di PR e Ufficio Stampa.

 

In Different siamo oramai più di 130 persone, la nostra fusione è avvenuta nel dicembre scorso in pieno lockdown e siamo divisi in 3 sedi.  Tra l’altro il “D-side” che appartiene a ognuno di noi è composto anche da competenze nate soprattutto grazie alle passioni che coltiviamo fuori dall’ufficio e distanti dal nostro desk. Puoi raccontarci un po’ di più su Paolo per farti conoscere anche a tutto il team?

Personalmente ho la fortuna e anche l’impegno di sentire giornalmente e quindi di conoscere tantissimi colleghi, con un’overview abbastanza completa su tutte attività della company. Nonostante ciò, ogni tanto mi trovo in qualche call a dovermi ancora presentare, ma anche questa è la parte bella del nostro lavoro.

Parlando un po’ più di me, la domanda è quanto mai azzeccata. Ho sempre nutrito una grande passione per lo sport e questo ha favorito i miei anni di attività legati alle sponsorizzazioni sportive di cui ho appena parlato. Lo sport mi piace praticarlo anche con i colleghi e negli ultimi anni mi sono fatto prendere la mano dal padel (lancio qui la sfida interna!).

La passione la vivo anche comodamente come spettatore, quest’anno poi tra Europei di calcio e Olimpiadi sarà un’estate interessante, in questi contesti sono così preso che mi metto a guardare anche sport di cui mi ricordo l’esistenza solo ogni 4 anni.

Inoltre amo viaggiare, ho sempre alternato le grandi capitali a mete più esotiche e avventurose, mi affascina e incuriosisce davvero ogni nuovo contesto. Manca ovviamente il ritmo di una volta ma confido torneremo presto a muoverci con maggiore libertà.

INFORMATIVA BREVE

La informiamo che, per migliorare la sua esperienza di navigazione su questo sito web, Different Spa utilizza diversi tipi di cookie, tra cui:

cookie di tipo funzionale alla navigazione (functionality cookie);cookie di tipo pubblicitario (advertising cookie);cookie di tipo statistico (performance cookie).

che consentono di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Nella pagina della Informativa Estesa che può consultare all'indirizzo https://ftag.differentglobal.com/privacy-policy/ sono presenti le istruzioni per negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. Cliccando su "ACCETTA" o continuando la navigazione, saranno attivati tutti i cookie specificati nell'Informativa Estesa ai sensi degli artt. 13 e 14 Reg.to UE 2016/679.

View more
ACCETTA